Coraggio perché, sarai sempre abbastanza.

Non mi è semplice come al solito scriverti, quest’anno. Dopo un autunno fatto di rabbia e paura ed un inverno in cui il mio fisico ha ceduto, vorrei solo stare (starti) meglio vicino per sempre e null’altro.

Tutto quello che accade può essere usato a proprio favore, sempre! Te lo ripeto dal primo giorno e mai come in queste settimane lo ripeto a me stessa. Ogni situazione, seppur difficile ed impegnativa, ci da la possibilità di fare i conti con noi stessi e con chi abbiamo intorno, con quello che viviamo e ciò che scegliamo, mica poco.

E si può fare anche a sei anni, lo sai già e ci riesci pure molto bene. Continua così, dai. 😉Continua a leggere

Come ti saluto un disturbo e mi abbuffo di abbracci.

-Ma a te cosa piace mangiare? C’è qualcosa a cui non potresti mai rinunciare?-

-Mah.-

-Insomma, sei una brava cuoca, il tuo piatto preferito? Quello che piú ami cucinare?-

-…-

-Ti guardo… Sei obesa! Ti immagino una godereccia, una che magna senza pietà insomma. Dai, su, dimmi qualcosa!-

-Non ho nulla da dirti.-Continua a leggere

Di monologhi ed investimenti solitari.

Pazienza, ci vuole pazienza.
Non so quante volte io me lo sia ripetuto negli anni. Un mantra che affonda radici in situazioni non districabili se non con il silenzio e la digestione autonoma prolungata e controllata. Non ho mai aspirato alla felicità, quella è per pochi eletti e non mi è mai interessata troppo, ma ho sempre desiderato essere serena e sapere sereno chi ho nel cuore. Sorridere pacificamente anche nella sfiga più nera, magari in compagnia, a questo ho sempre mirato.
Continua a leggere