Io (e la mia) signorina.

La lucidità e l’onestà non sono una cosa scontata e ci si può sempre lavorare su, questo ho imparato. La pulizia dentro, fa ordine anche fuori.

Ho imparato pure che quando riesco a spaccare un capello con la precisione di un chirurgo, dentro al petto il cuore fa fatica a rimanerci. Mi scioglierei in baci, abbracci e urletti emozionati da oca giuliva. Anzi, credo che mi farei abbracciare fino allo sfinimento perché essere equilibrati e precisi nel mettere le mani nelle emozioni di chi amo mi fa venire tanto sonno ed è troppo tempo che non mi addormento da abbracciata e non da abbracciante.

Perché ci sono momenti in cui ci si rende conto di particolari che rinfrescano l’anima surriscaldata da tante pene. Uh, come l’acqua di agosto che rinfresca il bosco in pratica.

L’altro giorno dicevo ad un’amica che una volta capito come ci si rialza dopo le prime cadute, diventa sempre più facile farlo e viene quasi automatico.

Il solo segreto è avere pazienza.

Pazienza per una tetta che non guarisce come dovrebbe, per una risposta che non arriva solerte, per una reazione che non si riesce a stimolare nella maniera giusta, per troppe idee che frullano scoordinate in una testa distratta, per una telefonata che non arriva.

Personalmente ho una signorina personale che fortunatamente non mi ha mai abbandonato ed è la parte pulita di me: quella parte infantile che si emoziona nell’attesa con l’ingenua certezza che prima o poi le cose funzioneranno perfettamente di nuovo.

Non mi ha ancora mollato e a dirla tutta è lei che “spacca” i capelli, io solo i coglioni.

Aahhh ahh
uh uh uh
ahhh ahhh
uhuh ahh
anche se un tot di gente
ancora non ci crede
che io e la mia signorina stiamo bene insieme
nella mia mano c’è un fiore quando voglio un bacio me ne da di più
abita al piano di sopra e dopo un po’ mi dice chico vieni su
voglio lei perché brucia sempre
è l’unica che è vera veramente
io e la mia signorina stiamo bene insieme
e forse c’è troppa gente che amore non ne vuole
però la mia signorina cerca sempre il sole
mi lascia andare lontano tanto poi lo sa che io ritorno qui
e non c’è niente di strano se non ha bisogno di convincermi
potrei anch’io fare il presidente
ma sto con lei e non mi manca niente
io e la mia signorina stiamo bene insieme
potrei anch’io fare il presidente
ma sto con lei e non mi manca niente
io e la mia signorina stiamo bene insieme

So bene a chi anzi a cosa si riferisce Neffa e sinceramente lo capisco piuttosto bene: con certe signorine si sta proprio bene.

Buon fine settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *